• Home
  • Notizie
  • PAGAMENTO ANTICIPATO DELLE PENSIONI E DELLE INDENNITA’ DI ACCOMPAGNAMENTO
Lunedì, 20 Settembre 2021 07:30

PAGAMENTO ANTICIPATO DELLE PENSIONI E DELLE INDENNITA’ DI ACCOMPAGNAMENTO

Una lodevole collaborazione tra INPS, Poste Italiane e Carabinieri a favore di anziani e pensionati

La riscossione in contanti può essere fatta dai Carabinieri su delega scritta del pensionato

Per una verifica degli aumenti e delle trattenute è utile contattare il Patronato Acli

In tempi di pandemia da Covid, il divieto di assembramenti, l'uso delle mascherine, il rispetto della distanza di sicurezza di almeno 1 metro e di altre norme igienico sanitarie ha messo in crisi anche alcune semplici azioni abitudinarie che i nostri anziani e pensionati compivano con uno zelo e con un particolare gradimento, come per esempio recarsi agli sportelli delle Poste per il ritiro della pensione in contanti. Incuranti della fila, del tempo di attesa, del caldo o del freddo e anche dei rischi di imbattersi in qualche malintenzionato pronto a sottrargliela. Il rito del ritiro della pensione era sentito anche come l'occasione di incontrare vecchi compagni di lavoro e socializzare le ultime notizie della propria famiglia e della comunità. Tutto questo è cambiato, alla luce degli obblighi di legge richiesti dalle autorità sanitarie e scientifiche introdotti proprio a tutela soprattutto delle persone anziane e dei più fragili.

Uno sforzo congiunto di INPS, Poste Italiane e Carabinieri sta comunque garantendo da molti mesi la regolarità e sicurezza dei pagamenti in contante delle pensioni per pensionati ed anziani.

Con una Ordinanza del 23 agosto scorso, il Direttore della Protezione Civile ha confermato gli anticipi dei pagamenti delle pensioni fino al mese di ottobre incluso.   Tale ordinanza è la prosecuzione delle misure straordinarie adottate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri fin dal 18 marzo 2020 in cui, tra l'altro si leggeva:

”.... CONSIDERATO l’ingente numero di cittadini che in Italia percepiscono le prestazioni previdenziali corrisposte dall’INPS attraverso consegna di contante presso gli sportelli di Poste  Italiane S.p.A.....” “… RITENUTO pertanto necessario consentire un progressivo scaglionamento e accesso contingentato dell’utenza presso gli Uffici di Poste Italiane S.p.A. mediante l’anticipo dei termini di pagamento dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili … il pagamento è anticipato…”. 

Era seguito un elenco di date e mensilità che si sono via via ripetute fino all’ordinanza n.23 dello scorso agosto, che riporta le seguenti nuove date:

Settembre 2021 è stato anticipato al 26 agosto 2021

Ottobre 2021 è anticipato al 27 settembre 2021

Novembre 2021 è anticipato al 25 ottobre 2021

Sono anticipati anche gli accrediti sui conti correnti postali per chi possiede uno degli strumenti di Poste italiane ossia:

  • Libretto di risparmio postale
  • conto Banco Posta
  • Carta PostePay Evolution

Le Poste Italiane precisano che trattandosi solo di un’anticipazione del pagamento, il diritto legale matura, comunque, il primo giorno bancabile del mese. Di conseguenza, nel caso in cui, dopo l’incasso, la somma dovesse risultare non dovuta, l’INPS ne richiederà la restituzione.

SI ricorda inoltre un altro servizio importante per la riscossione della pensione in sicurezza, garantito ai pensionati più anziani e grazie ad una convenzione con l'Arma dei Carabinieri.

Da maggio 2020 è stato previsto che i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali e che riscuotono normalmente la pensione in contanti, che non hanno delegato altri soggetti, possono ricevere l'importo a casa, delegando al ritiro i Carabinieri. Il servizio è gratuito e va richiesto chiamando il numero verde 800 55 66 70 messo a disposizione da Poste oppure chiamando la più vicina Stazione dei Carabinieri per richiedere maggiori informazioni e concordare le modalità. Per usufruire del servizio è infatti necessario che il pensionato rilasci una delega scritta ai Carabinieri.

Vi sono altre informazioni importanti che riguardano il Cedolino di Settembre rispetto alle quali con l'aiuto degli operatori del Patronato Acli potete entrare nel dettaglio. Anticipiamo che sono presenti sia delle maggiorazioni che delle trattenute che la semplice verifica dell’importo accreditato non evidenzia: il 15 settembre è stata infatti l’ultima data utile per l’invio dei redditi 2017 e 2018 richiesti, pena una trattenuta di 14 euro o il 10% della pensione; gli interessati, comunque, si sono già visti recapitare una comunicazione che paventa la revoca definitiva delle prestazioni per gli anni di riferimento e il recupero dell’indebito calcolato. Vi sono poi delle maggiorazioni per gli Assegni al Nucleo Familiare. Per i Dipendenti Pubblici c’è in pagamento l’assegno sostitutivo dell’accompagnatore militare, sono presenti le trattenute sulle imposte locali e quelle personali IRPEF, e altre operazioni fiscali qualora si sia scelto l’INPS quale sostituto d’imposta. Anche su questi aspetti, il CAF e il Patronato Acli sono a completa disposizione per eventuali vostri dubbi.

“Sanità Km zero”: attenzione alla scadenza

Ricordiamo a tutti i nostri lettori che le credenziali per entrare nell’app Sanità Km zero, usata da molti pazienti per la richiesta ai medici curanti di prescrizione dei farmaci e per il ritiro di medicinali in farmacia, scadranno a fine settembre. Dal 1° di ottobre 2021 sarà possibile entrare solo con SPiD o con la Carta d’Identità Elettronica. Si ricorda altresì che per richieste di informazioni e assistenza sui servizi Sanità km zero è attivo un canale regionale veneto dedicato, raggiungibile all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Prende dunque sempre più piede la “sanità elettronica” chiamata anche “telemedicina” di cui se ne sta parlando molto anche a seguito dell'avvio della fase di attuazione degli obiettivi previsti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Anche per questi motivi, e per aiutare i propri associati a utilizzare al meglio gli strumenti digitali ed informatici, la Fap Acli di Vicenza ha attivato dei corsi gratuiti di alfabetizzazione informatica, una vera “ Palestra Digitale”. Chi fosse interessato può avere altre informazioni scrivendo all'indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

Letto 202 volte